Qualche indicazione

Invio cartaceo: non è ammesso più di un invio di richiesta di rimborso al mese per la stessa persona.

Se utilizzi la procedura Richieste Online puoi inviare quante richieste vuoi e in qualsiasi momento della giornata

-Richieste Online: è facile! devi solo selezionare nella procedura la persona per cui stai inviando la documentazione.

-Richieste via posta: invia la documentazione tutta insieme nella stessa busta, ma ricorda di compilare un modulo di richiesta di rimborso (R01/R02) per ogni persona in modo da tenere distinta la documentazione.

Se mancano alcuni dati anagrafici o non abbiamo il consenso al trattamento dati non possiamo procedere all’analisi della pratica e tu non puoi accedere alle strutture convenzionate né utilizzare la procedura Richieste online.

nella tua area riservata: Se ci manca qualche dato o  il consenso per te o per un tuo familiare iscritto, appena entri nell'area riservata trovi un box arancione che ti segnala che documenti ci mancano. Puoi provvedere a fornire tutto ciò che manca attraverso le funzioni di upload a disposizione.

nella tua area riservata puoi modificare il tuo indirizzo, il tuo iban e tutti i dati anagrafici.

se inserisci una mail ti sarà più semplice recuperare la password e interloquire con il fondo.

Le fatture che invii al Fondo devono essere complete di tutti i dati e non devono riportare cancellazioni o correzioni di nessun  tipo fatte a mano.

Nel caso è opportuno farsi timbrare e controfirmare la correzione o farsi rilasciare su carta intestata una dichiarazione dell’ente/medico che ha corretto la fattura.

Per le fatture che per qualche motivo vengono annullate, non è sufficiente mandare una nuova fatture e dire che sostituisce l'altra ma serve un documento della struttura in cui si dice che la fattura xx è annullata e che la fattura yy la sostituisce 

Puoi rivolgerti a una qualsiasi struttura sanitaria/studio medico/odontoiatrico di tua preferenza.
 

Se invece ti rivolgerai alle strutture convenzionate e gli studi odontoiatrici convenzionati direttamente con FASCHIM avrai alcune agevolazioni (vedi il menù strutture convenzionate)

Il Fondo non restituisce in nessun caso la documentazione inviata per errore in originale.

(tranne le rx odontoiatriche)

Puoi inserire nella dichiarazione dei redditi le spese rimborsate da FASCHIM?

Sì certamente, ma nella dichiarazione dei redditi va inserita SOLO LA PARTE CHE FASCHIM NON TI HA RIMBORSATO.

Esempio: se hai inviato al Fondo una fattura per una visita specialistica da 100 € e il Fondo te ne ha rimborsate 57€..potrai inserire solo i restanti 43€.

NON DEVONO ESSERE INSERITE LE FATTURE CHE FASCHIM HA GIA' RIMBORSATO AL 100% (Es. ticket)

Per la verifica di cosa potrai inserire quale "onere deducibile", ricordati di portare al tuo "caaf" oltre alle fatture anche il documento di dettaglio sul rimborso che trovi nella tua area riservata al termine della lavorazione della pratica.

Ricroda che il Fondo per legge invia ogni anno ad Agenzia delle Entrate le indicazioni sui rimborsi effettuati per la compilazione del modulo 730 precompilato.

Nella tua area riservata hai anche l'ESTRATTO CONTO che ti fornisce una visione dettagliata per anno fattura, anno valuta del rimborso, persona a cui è intestata la fattura.

Il Fondo ogni anno è tenuto  a comunicare all'Agenzia delle Entrate alcuni dati relativi ai tuoi rimborsi, che servono per le informazioni che vanno  ad alimentare il 730 precompilato.

L'Agenzia delle Entrate ci chiede di inviare i dati:

1) indicando l'importo rimborsato per le fatture che hanno avuto il rimborso (data valuta) nell'anno di competenza. Esempio le fatture del 2016 che sono state liquidate con data valuta nel 2016.

2) distinguendo nel tracciato se ci sono fatture di anni diversi da quello di competenza per cui hai avuto un rimborso . Esempio una fattura del 2015 che il fondo ha liquidato con data valuta nell'anno 2016.

In questo secondo caso troverai nel 730 precompilato alcuni importi nella voce "altri redditi", soggetti  a tassazione separata. Contatta Agenzia delle Entrate per sapere  come gestire questo caso.

Se hai utilizzato una Struttura/odontoiatra convenzionato con il Fondo e hai quindi usufruito della convenzione diretta, non devi più inviarci la fattura perchè il rimborso ti è già stato effettuato direttamente tramite la Struttura.

FASCHIM vale in tutto il mondo.
Le prestazioni che FASCHIM rimborsa possono essere svolte anche all'estero, in qualsiasi paese del mondo.
Le modalità di rimborso sono le stesse e tutta la documentazione sanitaria, se redatta in lingua straniera, dovrà essere corredata da traduzione in lingua inglese o italiana. Se le spese sono state fatturate in valuta diversa dall'euro, verranno rimborsate al cambio della borsa di Milano del giorno in cui la spesa è stata fatturata.

 

È importante essere consapevoli che nel pacchetto previsto da Faschim alcune cose non sono ad oggi ammesse a rimborso per esempio il trasporto in ambulanza, il rimpatrio della salma, le spese per l’accompagnatore...quindi suggeriamo in ogni caso di prevedere una soluzione per queste situazioni.

Spesso alcuni Paesi per poter entrare chiedono se si ha un 'assicuraizone sanitaria. Va definito che Faschim rimborsa le spese sanitarie successivamente al pagamento da parte dell'associato della spesa e alla presentazione della richiesta di rimborso. E' importante chiarire che Faschim se fai una prestazione all'estero non interverrà direttamente al pagamento, ma dovrai essere tu a provvedere al pagamento della spesa e poi a chiedere il rimborso.

In questo caso ricordati di rispettare i tempi di presentazione a faschim della documentazione.

Ricorda che se la pratica è stata già in parte rimborsata da altro ente/assicurazione, devi inviarci la lettera con il dettaglio della liquidazione.

E'' obbligatorio dichiarare se la prestazione è già stata in parte rimborsata.

Nella tua area riservata trovi tutte le indicazioni sul percorso della tua pratica.Se vuoi saperne di più visita il menù  a sinistra "segui la tua pratica"

Naviga un po' nel sito e fai riferimento al regolamento  e al tariffario per avere tutte le informazioni

L'intestatario del rapporto con il Fondo è il dipendente associato. Il dipendente (sulla cui busta paga vengono fatte le trattenute e che riceve i rimborsi anche per il nucleo familiare) può ricevere informazioni da parte del call center su tutte le posizioni ad esso associate. I familiari invece non possono avere informazioni relative alla posizione del dipendente per questioni di privacy. Il call center può fornire informazioni precise sui rimborsi del dipendente solo al dipendente.

Una volta che hai inviato la richieta online, nella tua rea riservata nel menù richieste online la vedrai presente solo per un giorno. La richiesta se è inviata non è più modificabile, se puoi modificarla significa che è in bozza e non l'hai ancora inviata definitivamente.

Il giorno successivo alla richiesta online inviata, la richiesta si sposta e la troverai nel menù rimborsi, con un id pratica assegnato. Da questo momento inizia il percorso di analisi  e gestione della tua documentazione.

A parte quando invia il kit di benvenuto iniziale, il Fondo non invia la card in forma cartacea, nè via mail.

Nella tua area riservata c'è la funzione "stampa card" da cui puoi stampare la tua card ogni volta che la perdi o si rovina.

La card è solo per l'intestatario, dipendente dell'impresa iscritto a faschim.

I tuoi familiari utilizzano la tua card perchè è il tuo codice quello di riferimento per tutte le persone iscritte insieme a te.

Come previsto dal regolamento, puoi richiedere una REVISIONE della pratica.

La richiesta va fatta tramite il modulo Revisione pratica che trovi nella sezione moduli e deve essere inviata al Fondo entro 60 gg dalla data della lettera di liquidazione della pratica.